Dall’Afghanistan all’altare: Vincenzo Guastella domani diventerà diacono

1752

Giovedì 28 novembre, alle 20, in Cattedrale, solenne celebrazione per l’ordinazione diaconale del seminarista Vincenzo Guastella.

Il seminarista Vincenzo Guastella, 31 anni, si è formato nella parrocchia San Giuseppe Artigiano di Ragusa, ha studiato al seminario San Mamiliano di Palermo e attualmente svolge il suo servizio nella parrocchia Sacro Cuore di Gesù di Ragusa. Ha studiato al liceo scientifico “Fermi” e subito dopo il diploma si è arruolato nell’Esercito, riuscendo ad entrare nella Brigata Paracadutisti “Folgore”. «Ero molto contento – ha scritto per il mensile diocesano Insieme – di far parte di quella famiglia, anche perché la Brigata era interessata in alcuni teatri operativi partecipando in svariate missioni tra cui l’Afghanistan. Il mio obiettivo nella vita era quello di partecipare ad una di queste missioni perché avevo sentito parlare della triste realtà dei bambini soldato ed io volevo partecipare proprio per salvarne almeno uno». Un infortunio lo ha però costretto a rinunciare alla missione in Afghanistan e, a casa, ha appreso dell’attentato a un mezzo militare italiano nel quale avevano perso la vita diversi soldati. Da un colloquio con il suo parroco la svolta, le dimissioni dall’Esercito e la decisione di entrare in Seminario, prima a Ragusa, poi a Palermo.

Nella stessa celebrazione saranno ricordati i 4 anni di ingresso in diocesi del vescovo Cuttitta.