La giunta ragusana vira a destra. Via libera di Cassì all’ingresso di Fratelli d’Italia

545

Sempre più vicina l’ipotesi di un allargamento della giunta di Palazzo dell’Aquila. Positivo, in questa direzione, il confronto tra il sindaco Peppe Cassì, Salvo Sallemi ed Alessandro Sittinieri, rispettivamente il coordinatore provinciale e cittadino di Fratelli d’Italia. Entro Natale potrebbe quindi essere nominato un nuovo assessore, una donna. Si tratta ancora di ipotesi anche se il primo cittadino ha confermato diversi aspetti della vicenda. “In questo momento nella compagine assessoriale ci sono i rappresentanti dei vari movimenti e delle liste che hanno sposato il mio progetto politico. Mancava Fratelli d’Italia per un semplice motivo numerico. Rispetto al periodo del nostro insediamento, grazie ad una modifica normativa, è possibile allargare il numero degli assessori, quindi sto valutando, e nelle prossime settimane arriverò ad una scelta, di ampliare la mia squadra”. Una mossa che non dipende da posizionamenti in prospettiva “io preferisco mantenere la connotazione prettamente civica della mia compagine, una delle scelte che rivendico con certezza”, ha sottolineato Cassì, il quale ha aggiunto: “Questo allargamento rispetta un accordo che non dipende da condizionamenti politici, anche perché Fratelli d’Italia non ha nessun esponente in consiglio comunale”.
La possibilità di aumentare il numero degli assessori è diventata certezza la scorsa primavera. Come mai si è atteso tutto questo tempo? “Sono stato restio a valutare la questione – ha risposto Cassì – perché prima di una eventuale modifica dovevo accertarmi di non alterare gli equilibri in giunta. Adesso credo sia il momento in cui si può immaginare di fare un passo avanti, di allargare la giunta. Mi sono riservato ancora qualche settimana per definire la scelta che in ogni caso voglio condividere con i miei collaboratori”.
Non solo un impegno morale da rispettare. “Mi sono reso conto della necessità di ripartire i compiti – ha affermato il sindaco – i cinque assessori al momento in giunta sono oberati dalle deleghe e si stanno impegnando al massimo per rispondere adeguatamente alle aspettative. Tuttavia, stiamo valutando seriamente la possibilità di rendere almeno in parte questo compito più agevole. D’altronde tutti i capoluoghi siciliani hanno allargato la propria giunta, minimo a sette componenti. Questo perché effettivamente c’è l’esigenza di lavorare meglio”. L’ipotesi potrebbe essere quindi di un nuovo assessore, donna, scelto tra i nomi indicati da Fratelli d’Italia. “Mi piacerebbe che fosse una donna, ma ripeto, le valutazioni sono ancora in corso”.
Fratelli d’Italia conferma i passi avanti nei rapporti col primo cittadino di Ragusa ed intanto annuncia la prossima iniziativa politica: “Sabato 30 novembre, dalle 10 alle 13, il Circolo territoriale di Ragusa sarà presente con una propria postazione in via Paestum, angolo via Mattarella, in prossimità del mercato rionale, per raccogliere le firme a sostegno delle proposte di legge di iniziativa popolare promosse a livello nazionale da Giorgia Meloni per sostenere alcune importanti modifiche costituzionali, quali l’elezione diretta del Presidente della Repubblica, l’abolizione dei senatori a vita, l’introduzione di un tetto alle tasse in costituzione e l’affermazione della supremazia dell’ordinamento italiano su quello europeo”.

[Fonte La Sicilia]