“Arrivederci Milano”… da La Grotta di Ragusa. Conseguenze Coronavirus

3971

Di seguito riportiamo il post che è stato pubblicato sulla pagina social di Facebook La Grotta – True Sicilian Character. Un saluto che ci ha colpito, proprio perchè rappresenta una delle tante, tantissime conseguenze che il Coronavirus ci lascia. Le parole ci hanno colpito, al pari della voglia di ripartire ed essere positivi da Ragusa, casa madre de La Grotta, storico locale riservato alla rosticceria siciliana.

Arrivederci Milano, questo sabato sarà il nostro ultimo giorno insieme. Spegniamo le luci, abbassiamo la saracinesca e ci lasciamo alle spalle Via Plinio e questo locale che, per quasi due anni, è stata un po’ una seconda casa. È chiaro che – inutile girarci intorno – le conseguenze di questa crisi ci hanno costretto a fare i conti con la realtà. Decreto dopo decreto abbiamo provato e resistere e adattarci, ma non è stato sufficiente. Questo ultimo post però non può e non deve lasciarvi un gusto sbagliato in bocca, perché non è questo il tempo e il luogo della polemica, della tristezza o della rabbia. Certo, sentiamo male al petto pensando di dover rinunciare a un progetto che è figlio nostro, su cui abbiamo scommesso e investito tanto. Nonostante tutto però guardiamo al futuro: per un’avventura che termina, ce n’è infatti un’altra che continua. Da oltre trent’anni, a Ragusa, #laGrotta si regge orgogliosa in piedi: supera gli anni, i cambiamenti e le difficoltà. Ripartiamo quindi da lì e chiudiamo qui questa meravigliosa parentesi milanese. Chissà poi, se in futuro, in tempi migliori riprenderemo da dove ci stiamo lasciando, per portare fuori dai confini della nostra isola ‘il vero gusto delle tradizioni, l’autentico sapore di Sicilia’. Infine grazie a chi, siciliano o no, ci ha sostenuti e scelti. Grazie a chi ha capito, fin dal primo istante, che non esiste amore più grande di quello per il nostro lavoro: ogni gesto è impegno, ogni ricetta è dedizione.
Questo, nessuno, potrà mai cambiarlo“.