In giro per le campagne iblee, sono affascinanti gli incontri che si fanno

378

E’ una scena piuttosto ricorrente, nulla di insolito, sulle strade di campagna o a ridosso di appezzamenti di terreno, dove gli animali o mandrie o greggi (come in questo caso) pascolano tranquillamente. Poi capita che gli animali travalicano i confini definiti dai muretti a secco che caratterizzano le nostre campagne, e il gregge si sposta, apparentemente indisturbato, sulle sedi stradali, creando alcune volte incanto tra gli automobilisti, altre volte preoccupazione, in altri casi ancora è causa di incidenti.

Eppure c’è un fascino in tutto questo! E’ quasi la possibilità di creare un contatto diretto con il mondo animale e con la natura che segue tutte quelle regole ataviche che nulla hanno a che fare con la tecnologia e con la nostra idea di giornata e di comfort. Questa è una delle tante circostanze in cui vi potreste imbattere in giro per la Sicilia, quella più interna, lontana da autostrade (laddove ci sono), strade asfaltate e nuclei densamente abitati. Questa è la campagna, la zootecnia della nostra terra che custodisce antichi riti e che preserva la naturalità delle cose e dei cicli vitali!