Mare sicuro 2021, il bilancio della Capitaneria di Porto di Pozzallo

45
Immagine di repertorio

Si è da poco conclusa l’operazione Mare sicuro 2021, campagna annuale volta ad incrementare nel periodo estivo le attività di vigilanza e controllo lungo le coste, e oggi, presso la Capitaneria di porto di Pozzallo, il Comandante Zito ha illustrato in conferenza stampa i risultati di una stagione estiva estremamente impegnativa per tutto il personale della guardia costiera e vissuta all’insegna della sicurezza sia in mare che nelle spiagge. Nel corso dell’incontro è stato evidenziato che, nell’anno in corso, è stato registrato un significativo incremento del turismo di “prossimità” con un consequenziale incremento di bagnanti e, in mare, di unità da diporto. All’incremento delle presenze i militari della Capitaneria hanno risposto con un imponente incremento dei controlli, in una intensa attività quotidiana che ha visto donne e uomini operare, con passione e dedizione, ogni giorno in mare, a bordo delle 5 unità navali, e lungo la costa, nei 100 km di litorale della provincia ragusana, garantendo una cornice di sicurezza alle migliaia di persone che si sono riversate sulle spiagge ed in mare. La presenza dei militari, nella veste di supervisori presenti ed attenti, ha permesso così ai fruitori del mare e della spiagge di trascorrere un’estate in assoluta tranquillità e serenità. I numeri indicano risultati straordinari con oltre 7000 controlli (triplicati rispetto ai numeri registrati lo scorso anno), 25 persone soccorse tra diportisti e bagnanti, di cui 10 salvati in condizioni limite. Numerosi i soccorsi anche ad unità da diporto che hanno richiesto l’intervento della Guardia Costiera per improvvise avarie al motore o un peggioramento delle condizioni meteo marine. Un’estate, che ha visto rispetto alla stagione 2020 a fronte di un aumento dei controlli effettuati sul territorio, una diminuzione delle infrazioni e degli illeciti. Questo dato è frutto di un’attività di sensibilizzazione sul modo corretto di “vivere il mare” che è stata avviata già nel mese di Maggio con incontri con gli altri protagonisti della stagione balneare, quali i Comuni e gli operatori balneari, soggetti che hanno avuto il compito di contribuire a rendere la stagione la più sicura e serena per i bagnanti. “L’attività di prevenzione alla fine ha dato i suoi effetti anche in mare con meno incidenti ed un trend positivo che è sinonimo sicuramente di più attenzione” ha dichiarato il Comandante Zito “La presenza quotidiana delle nostre unità navali ha poi avuto anche l’effetto immediato di evitare che gli illeciti venissero compiuti ma voglio evidenziare che il numero minore di infrazioni è anche frutto di una maggiore consapevolezza da parte dei diportisti della necessità di rispettare le norme di sicurezza dettate dall’ordinanza di sicurezza balneare da noi emanata ad inizio stagione. I numeri che invece ci restituiscono la gratificazione maggiore, sono quelli riguardanti le persone soccorse in mare. Voglio ricordare quale attività di particolare rilievo nell’ambito dell’espletamento del SAR marittimo, l’intervento in data 26 Agosto della nostra motovedetta CP 325 che, a seguito del ribaltamento di un catamarano, è intervenuta prontamente sul luogo della segnalazione ed ha tratto in salvo i due diportisti che viaggiavano a bordo del natante mare evitando così peggiori conseguenze per le condizioni meteo marine avverse presenti in zona al momento dell’incidente”