Ragusa canta con Deborah. Le foto del concerto in piazza Libertà

9

C’eravamo anche noi di Ragusah24.it al concerto che Deborah Iurato ha voluto regalare a Ragusa, in piazza Libertà.
Una piazza che ben conosce le folle oceaniche stavolta si è riempita di affetto prima ancora che di pubblico e di tifo. La potenza della voce di Deborah, che riesce a sorprendere anche chi la conosce bene, ha agito come un vero e proprio flauto magico sui ragusani, che sin dalle prime ore del pomeriggio hanno cominciato ad assieparsi in piazza Libertà.

Ragazzi, ragazze, bambini, ma non solo: Ragusa vuole bene a questo giovane e straordinario talento e questa è stata l’occasione per dimostrarlo.
“Sono qui a festeggiare con voi, perché mi avete sempre sostenuto e continuate a farlo”, ha detto dal palco con la voce sinceramente rotta dall’emozione per essersi trovata davanti una distesa di braccia protese, come un’unica grande famiglia ansiosa di abbracciarla.

E lei, con la straordinaria grinta che sa tirar fuori sul palco e con le spalle ben coperte dal maestro Peppe Arezzo, quella piazza l’ha riscaldata subito, cominciando con il suo “A volte capita”, per poi trascinare tutti in un viaggio nella grande musica, da “Una lunga storia d’amore” di Gino Paoli ad un accenno a cappella di “My immortal” degli Evanescence, fino ad un’interpretazione da brivido di “Bella senz’anima” di Cocciante.

“La sua personalità le consente di cantare come fossero sue anche le canzoni più ardite”, ha sottolineato ai ragusani Mario Lavezzi appena salito sul palco. E i loro duetti in “Vita”, il testo che ha conosciuto la celebre interpretazione di Dalla e Morandi, e in un paio di brani di Lorendana Bertè, sono stati tra i momenti più entusiasmanti del lungo concerto.