Terremoto Modica, via sette giocatori e il Ds Sammito

1

La crisi del Modica Calcio spiegata oggi dalla dirigenza. Una vera e propria bomba quella che è scoppiata all’indomani della sconfitta a Viagrande che ha travolto squadra e dirigenza. Martedì la squadra al completo decide di disertare l’allenamento in segno di protesta per il mancato pagamento dell’ultima mensilità. Allo stadio si ritrovano solo i dirigenti, Luca Filicetti e Sebastiano Schiavo. Scatta il summit dirigenziale per decidere come comportarsi nei confronti dei giocatori aventiniani. Risultato: rimangono solo i non modicani e i giovani.
Il presidente Bellia: “Sono profondamente amareggiato perché vittima di un complotto da parte di persone che dichiarano di giocare per la maglia del Modica come Limone che ha sfruttato il suo carisma per destabilizzare l’ambiente. Ad oggi i calciatori hanno maturato tre mensilità, due sono state pagate, una è in ritardo di 10 giorni. Tutto qua il motivo della protesta,ditemi voi se si può tollerare. Limone è stato bravo a trascinarsi dietro gli altri. Gli abbiamo dato la possibilità di rimettersi in gioco e lui ci ha ripagati così. Con lui si sono autoesclusi Damiano e Andrea Buscema, Sella, Cassibba, Porto, Edoardo Sammito”. Con loro paga anche il Ds Peppe Sammito ritenuto, probabilmente , responsabile con Limone della fronda dei “rivoltosi”. Rincara la dose il vice Failla: ” Sappiamo che il Vittoria capolista non ha ancora pagato un solo stipendio, che a Siracusa ne hanno pagato solo uno eppure nessuno si lamenta. Inscenare una protesta del genere per soli 10 giorni è assurdo. Ad oggi è impossibile ricucire un rapporto con gli esclusi”.
Martedì si riapriranno le liste , il Modica ha già acquistato un centrocampista, un difensore e un attaccante oltre al portiere Cantone, possibile pomo della discordia con Ciccio Limone che la dirigenza aveva già deciso di tagliare. Failla sul DS Peppe Sammito: “Abbiamo deciso di sospenderlo perché riteniamo chiuso il percorso fatto con lui. Dobbiamo gestire delle logiche e degli equilibri societari che non ci permettono di avere ancora la figura del Ds”. Tradotto, a Sammito , ipotizziamo noi, viene associata la figura di Ciccio Limone, da sempre legato al Ds. Anche se la società non conferma appare probabile  che al Ds venga imputato un coinvolgimento nella “congiura”. Ai giocatori modicani che anche oggi non si sono presentati agli allenamenti la dirigenza chiude definitivamente la porta del Modica: “È assurdo che proprio loro si sono rifiutati di giocare – dice Bellia – dopo lo sciopero ero andato a ricucire lo strappo. Con gli altri è stato possibile, con i modicani no”. Ancora sospeso il giudizio su Gigi Pianese che nelle prossime ore avrà un colloquio con la dirigenza, lui che si era fatto portavoce dei malumori. Domenica c’è Modica- Taormina, giusto un anno fa l’ unica rinuncia nella storia del Modica.