12 dicembre, sciopero generale: chi lo fa e chi no. Come sopravvivere ai disagi

3

Lo sciopero generale proclamato da Cgil e Uil per venerdì 12 dicembre sarà di otto ore e riguarderà tutti i settori, dalla scuola ai trasporti, dalla sanità agli uffici pubblici.

Sono 54 le manifestazioni organizzate dalle due confederazioni in tutta Italia, di cui 10 regionali, 5 interprovinciali e 39 territoriali.
Dieci manifestazioni si terranno in Sicilia: si scenderà in piazza a Palermo, Catania, Messina, Agrigento,Caltanissetta, Enna, Trapani, Siracusa, Ragusa e Caltagirone.

NELLE PROVINCE SICILIANE
A Ragusa corteo da piazza Vann’Antò a piazza Cappuccini e comizi di Giovanni Avola e Saverio Piccione, della Cgil e del segretario della Uil Giorgio Bandiera.

A Catania corteo da piazza Roma a piazza Manganelli dove parleranno Giacomo Rota, segretario della Camera del lavoro e Giovanni Torluccio, segretario nazionale della Uil Fpl.
A Enna iniziativa nella sala Cerere del Comune con Mimma Argurio e Rita Magnano della Cgil ed Enzo Mudaro, della Uil.
A Palermo il concentramento sarà in piazza Croci alle 9 (orario di massima di tutte le manifestazioni) ed è da qui che partirà il corteo verso piazza Verdi, dove ci saranno i comizi del segretario confederale nazionale Cgil, Nino Baseotto e del segretario generale della Uil Sicilia, Claudio Barone.
A Siracusa corteo da piazzale Marconi a piazza Archimede, dove parleranno il segretario generale della Cgil Sicilia, Michele Pagliaro e Salvo Ugliarolo, segretario generale nazionale della Uilcom.
A Messina corteo da piazza Antonello a piazza Lo Sardo e comizi di Agostino Megale, segretario generale della Fisac Cgil naz ionale e Carmelo Catania, segretario provinciale Uil.
Ad Agrigento il concentramento sarà, sempre alle 9, in piazza Cavour dove parleranno Massimo Raso, segretario generale della Camera del lavoro e il segretario generale della Uil, Aldo Broccio.
A Caltanissetta l’appuntamento è nella zona industriale per un’assemblea nella sala convegni dell’Irsap dove parleranno Ignazio Giudice, segretario della Camera del lavoro e Fabrizio Pascucci, segretario nazionale della Feneal Uil.
A Trapani il corteo partirà da piazza Umberto e in via Fardella si fermerà per i comizi dei segretari provinciali di Cgil e Uil, Filippo Cutrona ed Eugenio Tumbarello. A Caltagirone, infine, manifestazione nell’ex mercato ortofrutticolo, con i comizi del segretario della Cgil, Salvatore Brogadeci e del segretario dello Spi Sicilia, Maurizio Calà.

TRASPORTI FERMI
Nel trasporto pubblico locale, gli orari del fermo variano da città a città, nel rispetto delle fasce di garanzia. A Milano dalle 19.00 alle 24.00, per consentire – è stato spiegato – le celebrazioni del 45mo anniversario della strage di piazza Fontana; a Roma dalle 9 alle 17; a Palermo dalle 9.30 alle 17.30.
Nel trasporto ferroviario lo stop per il personale viaggiante e addetto alla circolazione dei treni del Gruppo Fs, di Ntv e Trenord, compreso il personale addetto alle attività di supporto di ristorazione e pulizia, nonché quello delle imprese ferroviarie merci private, si tiene dalle 9:01 alle 17.00.

sciopero-12-3

AUTOSTRADE E PORTI
Nelle autostrade si fermeranno per 8 ore, secondo modalità locali, il personale dei caselli, gli addetti alla manutenzione e viabilità. Stop di otto ore anche alle attività nei porti, sempre secondo modalità decise a livello locale. Traghetti e navi subiranno un ritardo di otto ore alla partenza; per un intero turno di lavoro si fermerà il personale amministrativo. Così come sarà nel trasporto merci, anche in questo caso secondo modalità locali, per gli autotrasportatori, gli addetti alla logistica ed i corrieri; nel soccorso stradale e nell’autonoleggio.

NIENTE VOLI
L’astensione dal lavoro sarà dalle 10.00 alle 18.00, per il personale navigante delle compagnie e gli addetti alle attività operative degli aeroporti, compresi i controllori di volo.
Per quanto riguarda il comparto aereo, aeroportuale ed indotto relativo alla società Enav, nella fascia 10-18 di domani saranno garantiti, oltre ai voli di Stato, militari, di emergenza, sanitari, umanitari e di soccorso, tutti i voli charter da e per le isole, notificati ed autorizzati anteriormente alla data di proclamazione dello sciopero.
Inoltre, per quanto riguarda la Sicilia, sono garantiti i voli di collegamento con unica frequenza giornaliera, con esclusione del traffico continentale, ovvero:
NOS 690 LIPX (VERONA) LICC (CATANIA)
VOE1702 CATANIA(LICC) ANCONA (LIPY)
VOE1703 ANCONA (LIPY) CATANIA (LICC)
RYR 1020/1030 TORINO (LIMF) CATANIA (LICC) TORINO (LIMF)

Sarà comunque assicurato l’arrivo a destinazione di tutti i voli in corso al momento di inizio dello sciopero e la partenza di quelli schedulati in orari antecedenti l’inizio dell’astensione e ritardati per cause indipendenti alle parti. Infine dovrà essere assicurato l’arrivo dei voli internazionali con orario stimato non oltre 30 minuti prima dell’inizio dello sciopero.

UFFICI PUBBLICI
– sciopero per l’intera giornata (per chi offre servizi h 24, come la sanità, organizzata su tre turni) o turno di lavoro
– nei Vigili del Fuoco, per chi è inserito nel dispositivo di soccorso, quindi obbligato a prestare servizio, è prevista l’adesione ma non l’astensione dal lavoro, e sotto le 4 ore non si subisce nessuna trattenuta, mentre dalle 4 alle 12 ore la trattenuta è forfettaria, di 10 euro. Per chi non ha questo limite (non è cioè inserito nel dispositivo di soccorso) normale trattenuta per assenza dal lavoro causa sciopero.
– il Corpo Forestale può scioperare mantenendo servizi minimi come tutto il resto della Pa, mentre la Polizia Penitenziaria, come le altre forze di polizia, non ha diritto di sciopero.

SCUOLA, UNIVERSITÀ E RICERCA
Sia per il personale docente/educativo e ATA, che per dirigenti scolastici e presidi incaricati lo sciopero generale riguarderà l’intera giornata lavorativa.

POSTE
Sono esentati dallo sciopero i lavoratori poligrafici in accordo per poter garantire la massima informazione e visibilità della giornata di mobilitazione. La commissione di garanzia per lo sciopero nei servizi essenziali, ha comunicato per le vie brevi sia al sindacato che a Poste Italiane che le modalità di svolgimento dello sciopero, così come indetto dalla Confederazione, prevedono l’estensione dalle ore 00.00 alle ore 24.00 del giorno 12 dicembre.

ENERGIA-PETROLIO, GAS-ACQUA, ELETTRICI-CHIMICI-FARMACEUTICI-TESSILI-MANIFATTURE
– Tutti i lavoratori giornalieri si asterranno dal lavoro per l’intera giornata di venerdì 12 dicembre 2014;
– i lavoratori turnisti e quelli reperibili (nel gas-acqua anche coloro i quali sono addetti al pronto intervento) si asterranno dal lavoro secondo le modalità definite dagli accordi relativi agli assetti degli impianti;
– durante lo sciopero verranno comunque garantite tutte le prestazioni necessarie per la sicurezza, il presidio degli impianti e delle utenze costituzionalmente garantite, attraverso l’esenzione dallo sciopero di tutti i lavoratori definiti contrattualmente e attraverso gli accordi relativi all’assetto impianti in vigore, nel pieno rispetto della legge 146/90 e 83/2000, e relativi accordi e/o prassi in atto con le aziende del settore.