“Sono l’uomo che trasforma i cani in divi”. Come è successo con Tomak per Italo

130
Una commovente scena del film Italo

Ha “vestito le sembianze” del cane Italo, nel film di Alessia Scarso dal 15 gennaio nelle sale italiane.
Ormai lo conosciamo tutti: si chiama Tomak, è il Golden Retriever (molto capace e dalla notevole somiglianza con il cane di Scicli) addestrato da Massimo Perla, creatore della MP Dog Star, che da oltre quarant’anni si occupa della preparazione di cani per cinema e televisione.
A lui, RepubblicaTv ha dedicato uno servizio dal titolo “Invisibili: l’uomo che trasforma i cani in divi (sul set)“.

Un’intervista, a cura di Rosita Fattore, nella quale Perla si racconta. “Quarant’anni fa, quando telefonavo a casa delle mie fidanzate” ha dichiarato ironico “mi definivano quasi con disprezzo ‘l’addestratore di cani’. Adesso faccio un lavoro d’élite!”.

Ha iniziato come addestratore e oggi è un punto di riferimento per tutte le produzioni cinematografiche. Il suo Rex sta girando la nuova serie, ha lavorato con i più grandi del cinema, da Sophia Loren a Gabriele Salvatores. Ha preparato il cucciolo degli spot con Rosario Fiorello e il labrador della carta igienica. Ed è suo il cane in scena in Cari fottutissimi amici di Mario Monicelli.