“A chi n’ puttamu a nuddu?”: 23 aprile, San Giorgio. Ma la festa a Modica è domenica

141
La statua di San Giorgio a Modica | Foto di Saro Iemmolo

È oggi, 23 aprile, il giorno del Santo Patrono San Giorgio a Modica entrano nel vivo i festeggiamenti in vista della processione della statua del Santo Cavaliere che, come da tradizione, si terrà domenica 26 aprile.

Il programma anche quest’anno è parecchio articolato, con iniziative culturali e di intrattenimento al fianco di quelle religiose: primo fra tutti il concerto di Giovanni Caccamo, il cantante modicano vincitore di Sanremo Giovani, che si terrà sabato 25 aprile alle 21.00 sulla scalinata, grazie al patrocinio che il Comune ha assicurato alla Festa.
Il concerto sarà una vera e propria tappa del suo tour nazionale “Qui per te”, che segue l’uscita dell’album.
La sera prima, venerdì 25, sempre alle 21.00 e sempre sulla scalinata, la compagnia teatrale Hobby Actors intratterrà il pubblico con lo spettacolo di sketches dialettali “Ridiamoci su”.

Già oggi, comunque, ci sarà la solenne festa liturgica del Santo, che comincerà con i 23 colpi di cannone che verranno sparati alle 08.00 del mattino: la prima celebrazione eucaristica sarà alle 08.30, la seconda alle 10.30 con la partecipazione di tutte le scuole d’istruzione primaria della città, poi ce ne sarà una terza alle 18.30 seguita dalla processione di San Giorgio piccolo, la statua dei bambini e i ragazzi, che lo faranno “cavalcare” per le strade di Modica Alta.
La celebrazione eucaristica delle 18.30 ci sarà anche venerdì, alla presenza del vescovo Staglianò, per le cresime dei ragazzi che frequentano la parrocchia di San Giorgio, e poi sabato.

Domenica 26, il programma inizia al mattino presto: le celebrazioni eucaristiche saranno ogni ora fino alle 16.00 e alle 16.30 inizierà la lunga processione che attraverserà tutta la parte alta e la parte bassa della città, accompagnata dalla banda musicale di Modica e dall’asso- ciazione musicale Toscanini di Ispica.

L’associazione dei portatori di San Giorgio ha già preparato tutto per l’uscita trionfale e per il percorso, nonostante il tentativo di “boicottaggio” subito, circa due settimane fa, con il furto della carta e degli altri materiali, che erano custoditi all’interno della Chiesa di San Michele, alle spalle del Duomo.
Al rientro della statua, sulla facciata di San Giorgio ci sarà una proiezione in videomapping dal titolo “La vittoria del bene”, a cura di Elisa Sonia Nieli di Palazzolo Acreide, prima dei tradizionali fuochi d’artificio.

Qui i festaggiamenti del 2014 a Modica