Salta l’esecuzione. I Forconi a Scicli impediscono lo sfratto di una donna

5

Li avevamo lasciati a Messina, il 28 luglio scorso: nessun blocco, solo una manifestazione di protesta all’approdo dei traghetti al molo San Francesco a Messina, da dove passano le merci in arrivo e in partenza dalla Sicilia.

15 giorni dopo, i Forconi sono a Scicli.
Con in testa il leader Mariano Ferro, hanno presidiato sin dalle 08.00 la casa della Sig.ra Melissa Di Rosa, a Scicli, chiedendo di rinviarne il pignoramento. La donna, che in quella casa vive con due figli piccoli, sostenuta anche dal Comitato “Contro le aste giudiziarie” e da altri movimenti locali, si è barricata all’interno della casa e niente hanno potuto i carabinieri che scortavano l’ufficiale giudiziario: “La mia casa è stata aggiudicata alla terza asta, a scatola chiusa. Appena 39 mila euro il valore battuto…”

“La casa non la lascio neanche con le bombe. Non tanto per me quanto per i miei due figli minori che non butterò in mezzo alla strada” ha detto la donna.
Duro il commento di Ferro: “Il disastro economico consente che gli sciacalli, col consenso della legge, possano lucrare sulla sofferenza della povera gente, vincendo facilmente le case. Noi non lo consentiremo e da qui non ce ne andremo”.