Festival del teatro classico dei giovani, attesi studenti da ‘mezzo mondo’

12
Immagine d'archivio

Un connubio tra la Fondazione Inda e l’arte contemporanea e un festival dai grandi numeri a Palazzolo Acreide. Sono stati presentati questa mattina il manifesto ufficiale del Festival 2017 al Teatro greco di Siracusa e la ventitreesima edizione del Festival internazionale del teatro classico dei giovani a Palazzolo Acreide.

Il manifesto, quest’anno, nasce da un’opera di Gianni Dessì, uno dei più importanti artisti contemporanei, con un profondo legame con il teatro. Dessì, che oltre ad essere pittore e sculture è anche uno scenografo ha realizzato le scene per spettacoli importanti rappresentati a Salisburgo, al Teatro alla Scala di Milano, ad Amsterdam e al Teatro dell’Opera di Roma.

Se le rappresentazioni classiche a Siracusa sono il momento centrale di tutte le attività della Fondazione Inda, grande importanza riveste per l’istituto anche il Festival internazionale del teatro classico dei giovani a Palazzolo Acreide. La rassegna, nata nel 1991 da una grande intuizione di Giusto Monaco, quest’anno partirà il 7 maggio e si concluderà il 4 giugno con 2.300 studenti protagonisti.

A Palazzolo Acreide sono attesi ragazzi da Russia, Grecia, Germania, Spagna, Serbia, Belgio, Francia e Tunisia.

Il commissario straordinario della Fondazione Inda ha poi sottolineato il grande successo che sta ottenendo la tournée in Italia degli allievi del terzo anno dell’Accademia d’arte del dramma antico. Gli allievi, con la regia di Carlo Boso, le musiche di Salvatore Sampieri e le coreografie di Dario La Ferla, stanno mettendo in scena Baccanti di Euripide.