Sbalzi di tensione e carico idrico a Ragusa. Il comune: “Moderate i consumi”

2

I problemi legati ai persistenti e numerosi distacchi dell’energia elettrica con conseguenti sbalzi di tensione – che continuano ad interessare diverse zone della provincia e sui quali l’Enel a Ragusah24.it aveva risposto di non sapere da cosa fossero causati – è stato all’ordine del giorno di un vertice che si è svolto giovedì 18 settembre tra i tecnici dell’Enel ed i tecnici del servizio idrico comunale, alla presenza dell’aassessore ai Lavori pubblici, Salvatore Corallo.

Questo il resoconto dell’incontro:

Al termine del confronto è emersa la necessità di ridurre il carico di energia necessario al funzionamento ottimale dell’impianto di sollevamento idrico San Leonardo, fino alla piena ripresa del servizio, a causa dei lavori di manutenzione straordinaria alle cabine di trasformazione già avviati dall’Enel e che si protrarranno fino a tarda serata.
Una decisione obbligata anche dalla necessità di scongiurare il rischio di improvvisi black-out in alcune zone della città. A causa della riduzione della potenza di energia elettrica necessaria al funzionamento dell’impianto, non potrà essere garantita, nei prossimi giorni, la normale fornitura d’acqua nelle zone della città servite dai serbatoi “San Luigi” e “Bruscè”.
“Per questi motivi” spiega l’assessore Corallo: “invitiamo la cittadinanza a moderare i consumi d’acqua fino a quando le pompe dell’impianto di sollevamento potranno essere messe nelle condizioni di ritornare a funzionare a pieno regime. L’Amministrazione Comunale per fronteggiare l’emergenza idrica, ha comunque già provveduto ad incrementare il numero di autobotti a servizio dei cittadini, per ridurre al minimo gli eventuali disagi”.