Deborah Iurato: un 2014 da incorniciare, un 2015 da vivere minuto per minuto. Iniziando dal concerto del PalaMinardi

3
La conferenza stampa

Un concerto nella sua Ragusa, per celebrare insieme ai fan un 2014 strepitoso e salutare il 2015, anno che si preannuncia ricco di nuove sfide. Deborah Iurato si racconta in occasione della conferenza stampa di presentazione dell’evento che la vedrà protagonista, insieme all’intrattenimento di Alessio Micieli e la musica del dj Sandro Leggio, il 31 dicembre al PalaMinardi di Ragusa.

Stamane all’interno del palazzetto ibleo, la cantante vincitrice di Amici ha raccontato di un 2014 indimenticabile, il sogno di vincere il talent show Mediaset, di cantare a fianco di una interprete che lei considera la migliore in Italia, ovvero Fiorella Mannoia, di uscire con il proprio album Libere e di programmare il mini tour che partirà a marzo.

Torno a cantare a casa mia” ha detto Deborah Iurato “a distanza di sei mesi dal concerto di piazza Libertà che per me ha rappresentato un momento indimenticabile. Sono felice di festeggiare il nuovo anno in mezzo ai miei fan, ai quali devo tutto quello che di buono mi è capitato. Non è facile gestire un successo così improvviso, ho spesso timore di non fare le scelte migliori, ma il loro sostegno mi fa capire che vado nella giusta direzione”. Deborah non si sottrae alle domande, anche quelle scomode sulla mancata partecipazione a Ragusani nel mondo, spiegando che non ha mai avuto intenzione di chiedere un cachet per ritirare il premio e che il problema con gli organizzatori della kermesse iblea è sorto sulla richiesta di un suo concerto gratuito il giorno prima della consegna del riconoscimento, richiesta che non sarebbe stata accettata dall’etichetta della cantante. Si è parlato anche dell’esclusione da San Remo 2015. “Per me non è stata una sconfitta” ha dichiarato “anche se ovviamente l’Ariston è un palco al quale tutti i migliori cantanti aspirano. Ci ho messo cinque anni per far parte della scuola di Amici, e non perché adesso sono diventata Deborah Iurato mi aspetto che sia tutto più facile. Sono contentissima del mio percorso, di avere un produttore come Mario Lavezzi, una etichetta come la Sony, un’amica che mi scrive pure i pezzi come Fiorella Mannoia. Penso che non ci sia soddisfazione più grande e quest’anno lo vivrò così: minuto per minuto, pensando al mio album ed al mini tour in programma. Per San Remo ci sarà tempo“.